Archivi Blog

iTunes Match: Capire le icone dello stato di iCloud

via Spider-Mac

iTunes Match è appena arrivato in Italia, funziona bene, è utile, ma è anche fonte di confusione, soprattutto per quanto riguarda lo “stato” della canzoni.

Il primo passo da compiere è abilitare una nuova opzione di visualizzazione in iTunes selezionando Vista/Opzioni Vista e mettendo il segno di spunta all’opzione “Stato di iCloud”. In questo modo verrà aggiunta una nuova colonna ad iTunes con l’indicazione dello stato di ogni elemento nella libreria.

20120502-230556.jpg

Già che ci siete, assicuratevi che anche “Download di iCloud” sia spuntato (indica se una canzone è salvata sul disco rigido del computer o è sulla nuvola, in quest’ultimo caso un piccolo pulsante con una nuvola e una freccia rivolta verso il basso appare. È possibile scaricare il file sul disco rigido facendo click su questo pulsante).

20120502-230752.jpg

Acquistato Questo brano è stato acquistato su iTunes Store dall’Apple ID associato a iTunes Match. Questo stato si basa in parte sulle informazioni che Apple ha sugli acquisti effettuati. In precedenza, per aggirare la protezione anticopia di iTunes ho masterizzato la musica acquistata di iTunes su un CD audio e poi re-rippare di nuovo in iTunes. Ho ancora questi file nella mia libreria, e per molti (ma non per tutti!) lo stato è “acquisti”. Ho eliminato i file convertiti in MP3 da iTunes, e poi ho cliccato sul pulsante iCloud Download per scaricare una nuova versione DRM-free 2 in formato AAC 256 kbps. Aggiornamento istantaneo.

Abbinato Questo brano è stato analizzato e abbinato a una canzone che è disponibile nel database di Apple. Se non avete acquistato un brano su iTunes Store, ma avete il file MP3 – comprato da qualche altra parte, rippato da un CD, o anche scaricato da da un sito pirata – apparirà come abbinato se è nel catalogo di Apple. Se si desidera eliminare la traccia e ri-scaricarla da iCloud, ci si ritroverà con un nuovo file AAC 256 kbps.

Caricati iTunes Match non ha trovato un abbinamento nel data base di Apple per questa traccia. Così, iiTunes ha effettuato l’upload (caricato) il file dal disco rigido a iCloud. Se si elimina la traccia e si scarica di nuovo, vi ritroverete il file appena cancellato.

Rimosso questi sono i file che sono stati rimossi da iCloud da uno dei propri dispositivi, ma che sono ancora nella libreria di iTunes diversa da quella che si sta consultando (l’icona iCloud download viene sostituito da una nuvola con una grande “x” nel mezzo) Esempio: sul mio portatile, ho selezionato un album dal vivo e scelto di eliminare non solo dal MacBook Pro, ma anche da iCloud. Quando passo all’iMac, che contiene ancora una copia di questo album, lo stato iCoud è “rimosso”. Se si desidera ri-aggiungere questi file, basta selezionarli in iTunes, ctrl-click (o tasto destro) su di essi, e poi selezionate Aggiungi a iCloud.

In attesa Significa che è stato aggiunto un brano a una libreria di iTunes, ma quella traccia non è ancora stata caricata su iCloud. L’icona è quella di una nuovola trattegiata (spettrale). Se si ha una copia in locale su iTunes, control-click sulla traccia e scegliere Aggiungi a iCloud per forzare la procedura.

Duplica Si ha più di una copia di questo brano nella libreria, e iTunes non ha intenzione di sprecare il suo tempo cercando di abbinalo due volte.

Errore Qualcosa di brutto è accaduto. Sul mio Mac, si è verificato per un elenco di brani che ho cancellato dal mio hard disk, ma erano ancora nella mia libreria di iTunes.

Non idoneo Alcuni formati non sono compatibili con iTunes Match, come libretti digitali, podcast, segnalibri di radio su Interneti. Secondo questa nota tecnica di Apple, le canzoni più grandi di 200MB o codificate a 96 Kbps o meno sono anche “non idoneo”.

iTunes Match: prime impressioni

via Spider-Mac

Forse nessun servizio collegato ad iCloud ha generato così tanto interesse come iTunes Match. La cosa si potrebbe attribuire ad una serie di fattori: al fatto che Apple domina il settore della musica digitale, al sistema di ricerca e sostituzione dei brani, e all’ottima integrazione con tutti i dispositivi Apple. Ma in generale, penso che l’idea di avere la propria musica ovunque, sempre a portata di mano, ha veramente catturato l’interesse degli utenti.

A cavallo del 1° maggio, Apple ha lanciato ufficialmente iTunes Match anche in Italia. Così, ora che questa funzione tanto attesa è effettivamente disponibile, che cosa ci si può aspettare? Ho avuto qualche ora per provare iTunes Match, quindi ecco le mie “prime impressioni”.

20120502-231528.jpg

Che cos’è?

iTunes Match permette di ascoltare facilmente la musica dalla libreria iTunes su qualsiasi dispositivo, in più si possono scaricare tutti i brani nella libreria di iTunes su ognuno dei propri computer o dispositivi iOS. iTunes Match è un servizio aggiuntivo a pagamento di iCloud: bisogna pagare €25 all’anno per questa funzionalità.

Che cosa significa “Match”? Invece di effettuare l’upload di tutti i brani scaricati, come accade per i servizi concorrenti di Google e Amazon, iTunes analizza la libreria e confronta le canzoni con quelle del catalogo iTunes Store. Se può abbinare un brano presente nella libreria con uno di iTunes Store, iTunes Match non si preoccupa di caricare (upload) il file musicale, risparmiando tempo e banda.

Naturalmente, è possibile che alcuni brani della propria libreria non siano disponibili su iTunes Store, in questo caso, iTunes caricherà solo questi file. Ma né i brani abbinati, né quelli caricati vengono conteggiati nei 5GB di storage che iCloud fornisce gratuitamente ad ogni utente.

Eppure, iTunes Match ha i suoi limiti: se la libreria contiene più di 25.000 brani musicali che non sono stati acquistati su iTunes Store, non sarà possibile utilizzare iTunes Match senza prima seguire le istruzioni riportate in questo articolo: iTunes Match: cosa fare se la libreria supera il limite dei 25.000 brani.

Come configurare iTunes Match

L’impostazione iniziale di iTunes Match avviene direttamente sul proprio Mac. Click su iTunes Match nella barra laterale di iTunes (o andare in Store/Attiva iTunes Match) e seguite le istruzioni che compariranno sullo schermo, che prevede anche l’inserimento del vostro Apple ID e della relativa password quando richiesto.

Una volta attivato iTunes Match, Apple inizierà la scansione della libreria. Questo processo e il caricamento successivo richiedono un po’ di tempo, ma nel frattempo è possibile continuare ad utilizzare iTunes. Attenzione: non è possibile eseguire la procedura di iTunes Match su più computer contemporaneamente, quindi non cominciate ad utilizzare iTunes Match su un secondo computer fino a quando il primo non ha terminato il procedimento.

20120502-231628.jpg

Dopo che iTunes ha terminato il suo processo di scansione e il caricamento, l’icona della nuvola apparirà accanto alla voce Musica nella barra laterale di iTunes, e una colonna con la stessa icona verrà aggiunta alla propria libreria. Questa colonna mostra una piccola icona di una nuvola con il simbolo del download per i brani memorizzati “on the cloud”. Le tracce che sono già memorizzate a livello locale non avranno nulla in questa colonna.

20120502-231747.jpg

È inoltre possibile attivare una colonna “Stato di iCloud” andando su Vista/Opzioni Vista e mettendo il segno di spunta alla relativa voce. Questa colonna vi dirà se un brano è già stato “abbinato”, è “in attesa”, è un “duplicato” di una canzone già abbinata, “non è idoneo” (libretti digitali, per esempio, o alcuni tipi di file audio), è stata rimossa da uno dei dispositivi, o è una traccia che è stata acquistata da iTunes Store.

Se si scaricano canzoni da iTunes Match al computer, nella colonna Tipo verranno elencati come file AAC, questo perché iTunes Match aggiorna tutti i brani trovati a 256 kbps AAC. Come per ogni traccia acquistata su iTunes Store, i metadati con il proprio nome account saranno incorporati all’interno del file.

La reale utilità di iTunes Match, però, arriva quando lo si attiva sui propri dispositivi iOS. Per attivarlo, andare su Impostazioni /Musica e spostate l’interruttore iTunes Match su On. Anche se iOS avverte che questo sostituirà la libreria musicale, i brani che sono già presenti sul dispositivo perché sono stati sincronizzati tramite iTunes, rimarranno memorizzati localmente sul dispositivo (se si disattiva iTunes Match, la musica non dovrebbe essere cancellata). Come sul vostro Mac, le canzoni nella libreria musicale del dispositivo iOS che sono memorizzate sulla nuvola ora hanno l’icona della nuvola con il simbolo del download.

20120502-231906.jpg

Dopo aver attivato iTunes Match, la musica acquistata su iTunes Store viene automaticamente messa a disposizione su tutti i dispositivi, indipendentemente dal fatto che non è al momento sul vostri iPhone, iPod touch o iPad. Se si desidera nascondere una particolare canzone acquistata, si può andare sull’app iTunes Store di iOS, toccare la scheda Acquistati, e strisciare su qualsiasi artista, album o brano per visualizzare il pulsante Nascondi; toccandolo l’elemento sparirà dalla libreria musicale.

Sul computer, è possibile fare la stessa cosa andando su iTunes Store di iTunes, selezionando l’opzione Acquistati che si trova nel riquadro “Link veloci”, da qui bisogna scegliere una qualsiasi canzone e poi cliccare sull’icona X che compare accanto ad essa. In seguito, per far “riapparire” gli acquisti nascosti bisogna eseguire il login delle impostazioni dell’account (click sull’indirizzo email in alto a destra di iTunes), cercate la sezione Cloud e fare clic su “Visualizza acquisti nascosti”.

Come si usa?

20120502-232027.jpg

Grazie all’integrazione con iTunes sul vostro Mac (o PC) e l’app Musica su iOS, c’è solo una sottile differenza tra le tracce iTunes Match che non sono state scaricate e quelle di cui si è già effettuato il download. Per i brani memorizzati sulla nuvola, si potrebbe notare una breve pausa tra quando si tocca una canzone e l’inizio della riproduzione, o quando si salta a quella precedente o successiva, ma a parte questo, tutti i brani musicali si comportano più o meno esattamente come le canzoni memorizzate fisicamente sul dispositivo: si possono ordinare, effettuare una ricerca, sfogliare in base all’album e all’artista, e anche trascinare in playlist o utilizzare Genius per trovare brani simili.

Durante l’ascolto dei brani di iTunes Match, sul Mac la riproduzione avviene in streaming, sui dispositivi iOS vengono scaricati automaticamente tutte le tracce che si ascoltano, in questo modo, la prossima volta che desiderate ascoltare quella canzone, non è necessario effettuare il download nuovamente. Sul vostro iPad 3G o iPhone, è possibile configurare iTunes Match in modo che utilizzi solo la connessione Wi-Fi, oppure si può scegliere di “Utilizzare i dati cellulari” selezionando l’opzione in Impostazioni/Store. Se si tenta di riprodurre un brano su reti 3G senza aver preventivamente abilitato l’opzione in questione, verrà mostrato un messaggio di errore che invita a attivarla.

20120502-232158.jpg

Se non si vuole essere dipendenti da una connessione Wi-Fi, è possibile scaricare i brani sul telefono cellulare. Basta toccare l’icona della nuvola con il simbolo del download accanto ad ogni brano, artista o album, e iTunes avvierà automaticamente il trasferimento della musica sul computer, e sempre sul vostro Mac (o PC), potete anche selezionare più brani, control-click (o tasto destro) su di essi, e scegliere Download. Se si decide ad un certo punto che avete bisogno di liberare spazio sul dispositivo, è possibile eliminare i brani dalla libreria selezionando le tracce e premendo il tasto Cancella in iTunes sul Mac, o facendo scorrere il dito sull’artista, album o canzone e poi scegliendo Elimina su un dispositivo iOS. L’icona del download della nuvola riapparirà accanto alle canzoni, ma sarete comunque in grado di riprodurle.

Nei casi in cui sapete già che non potrete accedere alla libreria musicale on-line per un po’ (ad esempio durante un viaggio in aereo) è possibile visualizzare solo le tracce archiviate sul dispositivo iOS andando in Impostazioni/Musica e disabilitando l’opzione “Mostra tutta la musica”. Sul vostro computer, è possibile andare in “Vista/nascondi la musica non presente su questo computer” per ottenere lo stesso risultato.

Dato che iTunes sta sincronizzando la libreria musicale, anche le playlist create verranno sincronizzate sui vari dispositivi; e naturalmente le playlist esistenti sul dispositivo verranno rimosse. Tutte le modifiche apportate a questi brani saranno immediatamente sincronizzate tra ogni dispositivo accoppiato. Le playlist che contengono diversi tipi di supporti musicali, come memo vocali, libretti digitali e così via, non verranno sincronizzati tra i dispositivi.

Anche se iTunes Match sincronizza solo musica – e non anche podcast, suonerie, audiolibri, spettacoli televisivi, filmati o ebooks – è in grado si sincronizzare i video musicali tra dispositivi, consentono perfino di riprodurli e scaricarli.

Se per qualche motivo una traccia non è stata sincronizzata con iTunes Match, è possibile fare click con il destro su di essa e selezionare Aggiungi a iCloud per cercare di farlo manualmente. A seconda del tipo di errore, tuttavia, non sempre l’operazione va a buon termine (per esempio, se la canzone è “non idonea”)

Guardare immagini streaming photo su iCloud senza usare iPhoto

via iSpazio

Con la funzione “Streaming foto” presnete su iOS5 grazie ad iCloud, le foto scattate sul vostro dispositivo iOS e le foto importate sul vostro Mac/Pc vengono automaticamente inviate a tutti i dispositivi collegati. Per recuperare le foto sul Mac, siamo obbligati ad aprire iPhoto o Aperture. Ma da oggi non è così. Scoprite il metodo alternativo grazie a questa guida!

Iconmaster ci ha suggerito un semplice trucco che ci permetterà di accedere alle foto salvate tramite “Streaming Foto” senza accedere ad iPhoto. Ecco come fare:

Per prima cosa dovrete rendere visibili tutti i file nascosti del vostro Mac, seguendo questa guida. Per chi ancora non lo sapesse, la cartella Libreria su OSX, a partire da Lion, è nascosta
Raggiungere il percorso Utente>Libreria>Application Support>iLifeAssetManagement>assets

20120412-231624.jpg

Effettuare una ricerca all’interno della cartella sub presente all’interno di assets, come indicato nella figura sotto

20120412-231756.jpg

Salvare quindi la ricerca, grazie all’apposito pulsante presente sotto il box di ricerca, come in figura

20120412-232031.jpg

Ora vi ritroverete la ricerca effettuata, salvata all’interno della barra laterale. Ci basterà far click con il “tasto destro” e selezionare aggiungi al dock

20120412-232143.jpg

Ora vi ritroverte il collegamento alla cartella dello “Streaming Foto” direttamente sul dock. Non dovrete più accedere ad iPhoto per visualizzare o recuperare una foto presente all’interno del vostro archivio iCloud.